Ricevi questa newsletter perché sei un Delegato o un punto di riferimento per la Comunicazione sociale.
Ci sono problemi nel leggere questa e-mail? Vai al tuo browser.

Bollettino n°. 65 giugno 2015


A prima vista
Altre notizie

In occasione del Bicentenario della nascita di Don Bosco si è svolto a Siracusa un corso di aggiornamento per la formazione dei giornalisti

Siracusa, Italia – 6 giugno 2015 – In occasione del Bicentenario della nascita di Don Bosco si è svolto a Siracusa un corso di aggiornamento per la formazione dei giornalisti sul tema: “Informazione sociale e religiosa - Da Don Bosco a don Puglisi: educare e comunicare agli uomini e alle donne del loro tempo”. Il corso è stato tenuto dal Caporedattore del Giornale di Sicilia, Francesco Deliziosi, e dal consulente ecclesiastico dell’Unione Cattolica della Stampa Italiana di Sicilia, don Paolo Buttiglieri, SDB, con la partecipazione di varie altre personalità del settore. “Tra don Bosco e don Puglisi c’è un ‘sottile filo rosso’ - afferma don Buttiglieri -. Don Bosco istituisce gli oratori per la formazione permanente, finalizzata all’istruzione e formazione dei ragazzi, stipula il primo contratto di lavoro in Italia”. “Don Puglisi, profondo conoscitore di Don Bosco - afferma Deliziosi - per togliere braccia al la mafia di Palermo costituisce il centro ‘Padre Nostro’, luogo di promozione umana e formazione religiosa”.
link: www.infoans.org/6.asp?Lingua=1&sez=6&doc=12825

Italia - Le Immagini del Santo

In occasione del Bicentenario della nascita di Don Bosco, la Società Editrice Internazionale (SEI) di Torino ha organizzato una mostra e realizzato un catalogo con opere di pittori legati in particolare al mondo salesiano: Carlo Chessa, Enrico Canova, Luigi Ferri, Arturo Corsi, Giovan Battista Galizzi.

Il catalogo e la mostra “Le immagini del Santo”, realizzata in collaborazione con la “Fondazione Tancredi di Barolo” ed esposta nei locali del Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia a Palazzo Barolo, ripercorrono la vicenda umana e spirituale di San Giovanni Bosco, con tavole di fine Ottocento e prima metà del Novecento tratte dall’archivio della Società Editrice Internazionale.

Accanto alle opere relative alla vita di Don Bosco sono state inserite nella rassegna espositiva illustrazioni originali relative alla vita di san Domenico Savio, sia perché presentano a loro volta episodi della vita di Don Bosco, sia perché sono eseguite dagli stessi illustratori e quindi ne completano il repertorio.

Il catalogo è stato curato da Giorgio Chiosso, Piergiorgio Dragone, Pompeo Vagliani.

La mostra, inaugurata il 20 maggio, rimarrà aperta al pubblico fino al 9 agosto.

Dal 29 maggio al 14 giugno si svolge la 74° Edizione della Fiera del Libro di Madrid

Madrid, Spagna – giugno 2015 – Dal 29 maggio al 14 giugno si svolge la 74° Edizione della Fiera del Libro di Madrid, con oltre 350 stand di librerie e case editrici che presentano al pubblico le ultime novità editoriali e i loro autori. All’evento partecipano le editrici salesiane EDEBÉ e Editorial CCS che presentano le ultime pubblicazioni realizzate in occasione del Bicentenario della nascita di Don Bosco.
link: www.infoans.org/6.asp?Lingua=1&sez=6&doc=12833

11 giugno, l’Istituto Universitario Salesiano di Venezia (IUSVE), ha presentato un nuovo Master interdisciplinare di primo livello

Mestre, Italia – 11 giugno 2015 – Ieri, 11 giugno, l’Istituto Universitario Salesiano di Venezia (IUSVE), ha presentato un nuovo Master interdisciplinare di primo livello “Food & Wine 3.0 – Web Marketing & Digital Communication”. Un percorso di studi innovativo, che partirà a novembre 2015 e durerà un anno, con l’obiettivo di formare figure professionali in grado di gestire i processi comunicativi aziendali del settore alimentare e vitivinicolo con le competenze richieste dalle nuove grammatiche e dei nuovi canali della comunicazione digitale. “L’offerta formativa è costruita su base esperienziale: il piano di studi prevede, infatti, non solo una formazione culturale partecipata e interattiva, ma anche laboratori di digital communication, live experience, percorsi di degustazione, testimonianze di imprenditori di successo e studio di casi eccellenti”, afferma don Mariano Diotto, SDB, direttore scientifico del Master.
link: www.infoans.org/6.asp?Lingua=1&sez=6&doc=12835

Inoltrarla ad un amico

Conosci qualcun altro che potrebbe essere interessato in questa e-mail? Perché non inoltrare questa e-mail a loro?

Riunioni

PERU: Peru 12-15 Sett 2015, Incontro dei Delegati CS del Interamerica
BRASILE: Brazilia 18-20 Sett 2015, Incontro dei Delegati CS del America Cono Sud
INDIA: 5-8 Nov 2015. Incontro dei Delegati CS del Asia Sud
GIAPPONE: 9-11 Nov 2015. Incontro dei Editrici Salesiane del Asia
GIAPPONE: 12-15 Nov 2015. Incontro dei Delegati CS del Asia Est & Oceania

           
Animazione
Lettera di Don Filiberto

Cari amici e amiche,

finché ero in viaggio in treno di andata e ritorno a Torino per l’incontro con Papa Francesco ho potuto leggere e riflettere la Lettera Enciclica “ Laudato si’”, e goderla e “lodare” il Signore per la sorella natura, per la casa comune !

Mi sono soffermato in modo particolare sul capitolo terzo dove parla delle radici umane della crisi ecologica perché ha tanto a che vedere con le nuove tecnologie, quindi con le comunicazioni sociali: “A nulla ci servirà descrivere i sintomi, se non riconosciamo la radice umana della crisi ecologica. Vi è un modo di comprendere la vita e l’azione umana che è deviato e che contraddice la realtà fino al punto di rovinarla. Perché non possiamo fermarci a riflettere su questo? Propongo pertanto di concentrarci sul paradigma tecnocratico dominante e sul posto che vi occupano l’essere umano e la sua azione nel mondo” (101).

Quando Papa Francesco parla dell’Ecol ogia Umana da restaurare mette le tecnologie al suo posto, al servizio integrale dell’uomo: “L’umanità è entrata in una nuova era in cui la potenza della tecnologia ci pone di fronte ad un bivio. Siamo gli eredi di due secoli di enormi ondate di cambiamento: la macchina a vapore, la ferrovia, il telegrafo, l’elettricità, l’automobile, l’aereo, le industrie chimiche, la medicina moderna, l’informatica e, più recentemente, la rivoluzione digitale, la robotica, le biotecnologie e le nanotecnologie. È giusto rallegrarsi per questi progressi ed entusiasmarsi di fronte alle ampie possibilità che ci aprono queste continue novità, perché «la scienza e la tecnologia sono un prodotto meraviglioso della creatività umana che è un dono di Dio». La trasformazione della natura a fini di utilità è una caratteristica del genere umano fin dai suoi inizi, e in tal modo la tecnica «esprime la tensione dell’animo umano verso il graduale superamento di certi condizi onamenti materiali». La tecnologia ha posto rimedio a innumerevoli mali che affliggevano e limitavano l’essere umano. Non possiamo non apprezzare e ringraziare per i progressi conseguiti, specialmente nella medicina, nell’ingegneria e nelle comunicazioni. E come non riconoscere tutti gli sforzi di molti scienziati e tecnici che hanno elaborato alternative per uno sviluppo sostenibile?” (102).

Nel fondo c’è una visione “ecologica armoniosa” che fa riferimento a Dio creatore, all’uomo suo figlio e alla natura come sua creatura. Per estensione le nuove tecnologie rientrano in questa logica che non può essere pervertita.

Vi invito a leggere e riflettere su questa Lettera Enciclica, e a goderla e lodare Dio, cercando di ricostruire da salesiani comunicatori la casa comune insieme a tutti gli uomini, particolarmente i giovani di buona volontà, in accordo sempre col piano originario di Dio in Cristo.
Vi auguro una buona lettura e un a buona comunicazione della lettera. Vi salutano i membri del Dicastero per la Comunicazione:

d. Filiberto

Informazione:
In occasione del Bicentenario un’applicazione gratuita per smartphone e tablet

Torino, Italia – giugno 2015 – In occasione del Bicentenario della nascita di Don Bosco e dell’Ostensione della Santa Sindone, l’Associazione Missioni Don Bosco ha realizzato un’applicazione gratuita per smartphone e tablet, scaricabile da parte dei pellegrini, che presenta Valdocco. La guida, disponibile sia per i dispositivi IOS (https://itunes.apple.com/US/app/id984437415?mt=8), sia per quelli Android (https://play.google.com/store/apps/details?id=org.mdb.missionidonbosco), necessita il previo scaricamento dell’applicazione “Missioni don Bosco”.
link: www.infoans.org/6.asp?Lingua=1&sez=6&doc=12873

Produzione:
Slovacchia - Per il Bicentenario, un libro sulla peregrinazione della reliquia di Don Bosco

Le Ispettorie salesiane di tutto il mondo hanno avuto negli ultimi anni l’incredibile opportunità di accogliere una reliquia del santo fondatore della Famiglia Salesiana, Don Bosco. In Slovacchia tale avvenimento si è verificato nel mese di aprile 2013. A due anni di distanza, nel 200° anniversario della nascita di Don Bosco, l’Ispettoria slovacca presenta alla Famiglia Salesiana un libro molto speciale sulla peregrinazione dell’urna nel paese.

di Terézia Liptáková

All’epoca i Salesiani ebbero l’idea di catturare questi momenti preziosi e per questo un fotografo professionista, Vladimír Škuta, accompagnò l’urna durante tutto il suo viaggio, lungo 20 giorni, nel paese. Inoltre, in tutte le tappe della peregrinazione era presente un diario nel quale chiunque poteva scrivere le preghiere, i ringraziamenti e le suppliche. La bellezza delle fotografie e la sincerità delle preghiere stupirono t utti coloro che vi entravano in contatto. Così nacque l’idea: creare un libro con le fotografie e alcuni brani tratti dal diario.

Dopo diversi mesi di preparazione il libro è finalmente stampato. La pubblicazione “Dotkol sa nás – Don Bosco medzi nami” (Ci ha toccato - Don Bosco tra noi) è composta da oltre 150 fotografie e centinaia di testimonianze e preghiere che sono state scritte sul diario da parte di oltre 80.000 persone giunte per venerare la reliquia di Don Bosco. Il tutto è stato selezionato con cura da don Marián Husár, SDB.

Il volume non rappresenta solo un contributo alle celebrazioni in corso per il Bicentenario di Don Bosco, ma anche una valida testimonianza del rapporto della Famiglia Salesiana slovacca con il santo.
link: www.infoans.org/1.asp?sez=1&doc=12781&Lingua=1

Preservazione:
Italia - Culture indigene, sport, exallievi… tanti eventi alla CASA DON BOSCO

Interculturalità, sostenibilità e valorizzazione delle culture sono concetti chiave dell’attività che la Famiglia Salesiana svolge 365 giorni l’anno nel mondo. Questi concetti sono messi in mostra anche a CASA DON BOSCO, che in Expo intende evidenziare l’impegno, la passione e il buon modello educativo di Don Bosco.

Oggi, giovedì 18 giugno, presso il Padiglione CASA DON BOSCO si conclude l’evento “La saggezza della terra” organizzato dall’Associazione Missioni di Don Bosco. Apertosi lo scorso venerdì 12, ha messo in mostra la cultura degli indigeni Ayoreo (stanziati tra Bolivia e Paraguay) attraverso i disegni realizzati da un’artista indigena e concernenti il tema dell’acqua.

Durante la tavola rotonda di presentazione dell’evento è stato illustrato il ruolo che i Salesiani hanno svolto e svolgono a favore di questa popolazione, impegnandosi per la difesa della loro identità e cultur a. Oltre a confermare il loro diritto su 20.000 ettari di terra, si sono adoperati per la costruzione di scuole formali bilingue (con testi in spagnolo e lingua nativa) al fine di dare slancio all’educazione; così che oggi la maggior parte degli Ayoreo sta affrontando un processo di contatto e trasformazione per essere più vicini al mondo contemporaneo.

Dal 24 giugno verrà inaugurata la mostra “Vivere il presente, con le Radici del Passato, Proiettati nel Futuro!” che racconterà, attraverso un’esposizione storica di opere e figure significative, l’origine e lo sviluppo dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice.
link: www.infoans.org/1.asp?Lingua=1&sez=1&doc=12860