Succ


MEMORIE DELL’ORATORIO DAL 1815 AL 1835


Indice

MEMORIE DELL’ORATORIO DAL 1815 AL 1835
Dieci anni d’infanzia - Morte del genitore - Strettezze di famiglia - La madre vedova
Un sogno
 
PRIMA DECADE 1825-1835
1. Primi trattenimenti coi fanciulli - Le prediche - Il saltimbanco - Le nidiate
2. Prima comunione - Predica della Missione - D. Calosso - Scuola di Morialdo
3. Lo studio e la zappa - Una cattiva ed una buona nuova - Morte di D. Calosso
4. D. Cafasso - Incertezze - Divisione fraterna - Scuola di Castelnuovo d’Asti - La musica - Il sarto
5. Scuole di Chieri - Bontà dei professori - Le prime quattro classi di grammatica
6. 1 compagni - Società dell’allegria - Doveri cristiani
7. Buoni compagni e pratiche di pietà
8. Umanità e retorica - Luigi Comollo
9. Caffettiere e liquorista - Giorno onomastico - Una disgrazia
10. L’ebreo Giona
11. Giuochi - Prestigi - Magia - Discolpa
12. Corsa - Salto - Bacchetta magica - Punta dell’albero
13. Studio dei classici
14. Preparazione - Scelta dello stato
 
SECONDA DECADE 1835-1845
1. Vestizione chiericale - Regolamento di vita
2. Partenza pel seminario
3. La vita del seminario
[3a.] Divertimenti e ricreazione
4. Le vacanze
5. Festino di campagna - I1 suono del violino - La caccia
[5a.] Relazioni con Luigi Comollo
6. Un fatto del Comollo
7. Premio - Sacristia - il T. Giovanni Borel
8. Studio
9. Sacre ordinazioni - Sacerdozio
10. Principii del sacro ministero - Discorso di Lavriano e Giovanni Brina
11. Convitto ecclesiastico di S. Francesco d’Assisi
12. La festa dell’Immacolata Concezione e il principio dell’Oratorio festivo
13. L’Oratorio nel 1842
14. Sacro ministero - Scelta di un impiego presso al Rifugio (settembre 1844)
15. Un nuovo sogno
16. Trasferimento dell’Oratorio presso al Rifugio
17. L’Oratorio a S. Martino dei Molazzi - Difficoltà - La mano del Signore
18. L’Oratorio in S. Pietro in Vincoli - La serva del cappellano - Una lettera - Un tristo accidente
19. L’Oratorio in casa Moretta
20. L’Oratorio in un prato - Passeggiata a Superga
21. Il marchese Cavour e sue minacce - Nuovi disturbi per l’Oratorio
22. Congedo dal Rifugio - Altra imputazione di pazzia
23. Trasferimento nell’attuale Oratorio di S. Francesco di Sales in Valdocco
 
TERZA DECADE 1846-1855
1. La nuova chiesa
2. Di nuovo Cavour - Ragioneria - Guardie civiche
4. Malattia - Guarigione - Dimora progettata per Valdocco
5. Stabile dimora all’Oratorio di Valdocco
6. Regolamento per gli Oratorii - Compagnia e festa di S. Luigi - Visita di monsig. Fransoni
7. Primordii dell’ospizio - Prima accettazione di giovanetti
8. Oratorio di S. Luigi - Casa Moretta - Terreno del Seminario
9.1848-Aumento degli artigiani e loro maniera di vita - Sermoncino della sera - Concessioni dell’arcivescovo - Esercizi spirituali
10. Progresso della musica - Processione alla Consolata - Premio dal Municipio e dall’Opera di mendicità - Il giovedì santo - Il Lavabo
11. I1 1849 - Chiusura dei seminari - Casa Pinardi - Obolo di S. Pietro - Coroncine di Pio IX - Oratorio dell’Angelo Custode - Visita dei deputati
12. Feste nazionali
13. Un fatto particolare
14. Nuove difficoltà - Un conforto - L’abate Rosmini e l’arciprete Pietro de Gaudenzi
15. Compra di casa Pinardi e di casa Bellezza - L’anno 1850
16. Chiesa di S. Francesco di Sales
17. Scoppio della polveriera - Fassio Gabriele - Benedizione della nuova chiesa
18. Anno 1852
[19.] 1853
[20.] Letture Cattoliche
[21.] 1854
[22.] Attentati personali
[23.] Aggressione - Pioggia di bastonate
[24.] i1 cane Grigio

NOTA INTRODUTTIVA AL TESTO

  1. Questa nuova edizione delle Memorie dell’Oratorio si attiene al testo critico pubblicato dall’istituto Storico Salesiano (Giovanni Bosco, Memorie dell’Oratorio di S. Francesco di Sales dal 1815 al 1855. Introduzione, note e testo critico a cura di Antonio da Silva Ferreira, Roma, LAS, 1991; uso l’edizione emendata del 1992), ulteriormente confrontato con i manoscritti originali custoditi nell’Archivio Salesiano Centrale (A222) - i tre quaderni del ms Bosco e i sei quaderni del ms Berto (che sono copia del ms Bosco in gran parte rivista dal Santo). In questo confronto abbiamo notato qua e là piccole divergenze interpretative del tutto comprensibili per chi abbia esperienza di trascrizione ed edizione critica di scritti di don Bosco più volte corretti e integrati dall’autore. Quando si è preferita una lezione diversa da quella adottata nell’edizione critica la si è puntualmente segnalata in nota.
  2. Considerando le finalità e i destinatari di questa pubblicazione (che non è una nuova edizione critica) abbiamo adottato i seguenti criteri:

    a) adattamento della punteggiatura secondo l’uso attuale;

    b) uso uniforme delle iniziali minuscole nei nomi comuni (città, dottore, fisica, gennaio, madre, maestro, ministro, municipio, nunzio, sacerdote, vescovo, vicecurato…);

    c) uso uniforme del trattino (-) per introdurre le battute dei vari interlocutori quando queste sono mandate a capo;

    d) trascrizione corretta di nomi propri [ 1 ] o di parole scritte in modo errato da don Bosco o dal copista; [ 2 ]

    e) abbiamo introdotto tra parentesi quadra [ ] le integrazioni ritenute necessarie o alcune date omesse nel testo;

    f) abbiamo lasciato invariati i termini ottocenteschi che caratterizzano la scrittura di don Bosco; come pure la finale in -a della prima persona dell’imperfetto indicativo, secondo l’uso antico (andava: andavo; danzava: danzavo; doveva: dovevo; piangeva: piangevo; toccava: toccavo; voleva: volevo…) e le parole, uscenti al singolare con il dittongo discendente ‘io’, che al plurale hanno finale in doppia -ii secondo l’uso antico (desiderii; dormitorii; elogii; encomii; immaginaria; missionarii; necessarii: ordinarii; pecuniarii, principii; seminarii…);

    g) nella numerazione dei capitoli abbiamo seguito l’uso più comune: 2. in vece di 2°.

  3. Al termine del volume abbiamo introdotto:

a) un’Appendice con documenti di difficile reperimento ritenuti di un certo interesse, relativi al periodo coperto dal testo delle Memorie (1815-1855);

b) una tavola cronologica;

c) l’indice dei nomi di persona, di luogo e di istituzione.

ABBREVIAZIONI

A.S.F.     Antonio da Silva Ferreira

AAT     Archivio Arcivescovile, Torino

ab.     abate

APC     Archivio della Parrocchia di Capriglio

APOFM     Archivio Provinciale Ordine Frati Minori del Piemonte, Torino

APSAC     Archivio della Parrocchia S. Andrea, Castelnuovo Don Bosco

APSGC     Archivio della Parrocchia di S. Giorgio, Chieri

arcip.     arciprete

arciv.     arcivescovo

ASC     Archivio Salesiano Centrale, Roma

ASCC     Archivio Storico del Comune, Chieri

ASCT     Archivio Storico del Comune, Torino

ASMT     Archivio del Seminario Metropolitano, Torino

AST     Archivio di Stato, Torino (Sezioni riunite)

avv.     avvocato

B.V.     Beata Vergine

C./can.     canonico

card.     cardinale

cav.     cavaliere

cent.     centesimi

ch.     chierico

comm.     commendatore

D.     don

fr.     franchi

L.     lire

M.V.     Maria Vergine

ms.     manoscritto

N. S. G. C.     Nostro Signore Gesù Cristo

OE     Giovanni Bosco, Opere edite. Prima serie: Libri e opuscoli, 37 vol., Roma, LAS, 1976-1977 P. padre

S.     santo/santa

sac.     sacerdote

sig.     signor

SS./SS.mo     Santissimo/a

T.     teologo

vic. gen.     vicario generale



[ 1 ] Azzeglio: Azeglio; Bersano: Berzano; Borelli/Borrelli: Borel; Cafasso: Cafàsso; (Gattina: Gattino; Chiatellino: Chiattellino; Cocchis: Cocchi; Cornelio Nipote: Cornelio Nepote; Delacqua: Lacqua; Fascio: Fascio; Frassinous: Frayssinous; Gabbetii: Gabetti; Gioanni: Giovanni; Giusiana: Giussiana; Guarino: Guerino; Murialdo: Morialdo; Pelato: Pellato; Ponzati: Ponsati; Sacco: Sacchi; Salustio: Sallustio; Scannagatti: Scanagatti; Sismondi: Sismondo.

[ 2 ] Abborrite: aborrite; abbraccierò: abbraccerò; accacie: acacie; accelleravano: acceleravano; alla bella meglio: alla bell’e meglio; allacremente: alacremente; alloraché: allorché; apoplettico: apoplettico; aeeostatici: aerostatici; burrascoso: burrascoso; bossolotto: bussolotto; bricciolo: briciolo; candellieri: candelieri; cent.: cm; cherica: chierica; cherico/chericale: chierico/chiericale; chiac cherare: chiacchierare; chiaccherando: chiacchierando: colezione: colazione; comincierei: comincerei; compatriotta: compatriota; contrabasso: contrabbasso; colte: colte; d’onde: donde; dialogi: dialoghi; famigliarizzare: familiarizzare; farzetti: farsetti; giuocatore: giocatore; gramatica: gammatica; incombenze: incombenze; istintamente: istintivamente; istretta: stretta; istruito/i: istruito/i; lascierà/à: lascerò/à; m’incoraggi: m’incoraggiò; mancie: mance; minaccio: minacce; non Signore: no signore; parocchia: parrocchia; parochiale/i: parrocchiale/i; paroco: parroco; patriotti: patrioti; proferta: profferta; rinuncierò: rinuncerò: saccoccie: saccocce; scanzai: scansai: spolverio: spolverino; subbissarce: subissare; torno: turno; iraccie: tracce; viceparoco: viceparroco.